Acquistare un nome di dominio? Oppure basta un sottodominio di WordPress.com?

Per i vostri sito web hai bisogno di un dominio, o compri un nome di dominio o usi un sottodominio offerto gratuitamente per esempio da WordPress.com o Blogger.com. Con un sottodominio, il vostro sito web avrà poi il nome della vostra azienda .wordpress.com.
Quindi è meglio investire in un nome di dominio "reale"?

Cos'è un dominio?

Essere Negozio per presentarsi nella luce migliore online o per iniziare un blog, è meglio avere il proprio sito web.
Ogni sito web ha un dominio, meglio conosciuto come URL (Uniform Resource Locator). Sotto questo dominio si può essere raggiunti, è come un indirizzo su Internet e quindi molto importante.
Dietro di esso si trova l'indirizzo del server sul quale sono memorizzati i contenuti della pagina web, questo si trova in una coda numerica.
Potete accedere a una pagina web digitando l'indirizzo IP o il nome del dominio nella barra degli indirizzi del vostro browser. Ad esempio, per Google "173.194.70.94" è possibile inserire anche "www.google.de", come la maggior parte delle persone.
Quindi l'indirizzo IP è sufficiente per richiamare un sito web, ma i molti numeri non sono così facili da ricordare. Per questo motivo, è necessario un dominio composto da parole e quindi più facile da ricordare.

 larghezza=

Le tre parti di un dominio

Un dominio è diviso in tre parti. All'estrema destra del nome a dominio si trova il dominio di primo livello (TLD). Determina in quale paese o città si trova la presenza su Internet, ad esempio .de per la Germania, .at per l'Austria o .berlin per Berlino.
Con il finale si può anche indicare direttamente se il dominio è a scopo commerciale (.com) o informativo (.info). Con i nuovi Top Level Domains, che includono anche .berlin, ad esempio, è possibile classificare anche le aree tematiche del sito web.
I domini di primo livello possono essere assegnati tutte le volte che lo si desidera. La parte prima del punto nel nome del dominio si chiama dominio di secondo livello. I domini di secondo livello sono quelli che vengono comunemente chiamati domini.
Finché non è ancora dato a qualcun altro, potete sceglierlo voi stessi. A seconda del tipo di sito web, è possibile scegliere il nome della propria azienda o qualsiasi altro nome che si adatti bene al sito.
Un dominio di secondo livello in combinazione con un dominio di primo livello si trova solo una volta in internet, quindi è unico.
Il nome di dominio di terzo livello, detto anche sottodominio, viene utilizzato per accedere a determinate applicazioni. Ad esempio, nelle grandi aziende ogni reparto ha un proprio dominio.

Cosa fare se il nome desiderato è già stato preso?

Prima che il nome a dominio venga impostato per il sito web, deve essere registrato. Se il nome desiderato è già stato preso, si può provare a trovare delle alternative, per esempio invece di "meinwunschname.com" semplicemente "meinwunschname.berlin". Nel migliore dei casi il visitatore o il cliente può già vedere dal nome del dominio cosa contiene il sito web. Per il computer, il dominio di primo livello è più importante all'inizio, perché l'indirizzo internet viene letto da dietro a davanti. Nella scelta del nome si devono considerare le norme di legge applicabili. Ad esempio, non è consentito registrare un marchio se non si dispone di un riferimento al nome stesso.
Bisogna fare attenzione che non tutto ciò che è permesso non sia anche utile. Ad esempio, è consentito utilizzare le dieresi nel dominio, ma non ha senso perché le dieresi tedesche non possono essere inserite sulla tastiera in ogni paese. È necessario registrare il proprio dominio in una società di registrazione di nomi a dominio. La registrazione del dominio è limitata nel tempo, quindi non è possibile acquistarlo in modo permanente o è necessario rinnovarlo annualmente.
Di solito il termine è di un anno, dopo la scadenza viene automaticamente prorogato. Ma ce ne sono anche alcuni che hanno una durata maggiore. Poi si può risparmiare qualche euro. Per i siti web più grandi (non .de) sono possibili fino a 10 anni. Successive modifiche dei dati di registrazione o cambio di proprietà sono possibili online.

Perché è meglio un nome a dominio proprio?

Avere un proprio dominio per il proprio sito web dimostra affidabilità e professionalità, soprattutto nel mondo degli affari questo è di grande importanza.
Il nome a dominio si trova anche nell'indirizzo e-mail. L'indirizzo di posta elettronica dovrebbe corrispondere al proprio dominio, poiché questo sembra più grave di un nome di un provider di posta esterno. Un dominio proprio offre quindi una seria presenza sul web, una comunicazione professionale via e-mail, un rapido riconoscimento e una maggiore fiducia da parte dei clienti.
Un sito web che si trova su un sottodominio è spesso finanziato da pop-up pubblicitari e banner pubblicitari. Il provider li inserisce automaticamente nella pagina.
I siti web aziendali non sembrano professionali quando vi si inserisce pubblicità di terzi. Se avete un vostro dominio, potete decidere voi stessi se le pubblicità devono essere visualizzate o meno e quali pubblicità devono essere visualizzate.
Un altro svantaggio di un sottodominio passa attraverso i motori di ricerca. I siti web gratuiti di solito non sono nemmeno elencati nei motori di ricerca, perché non sono più sottopagine dei principali siti web dei provider. Pertanto possono essere trovati solo tramite l'indirizzo esatto o i link.
Con un sottodominio di WordPress avete il finale di WordPress.com, questo non sembra professionale al visitatore. Il visitatore vede con un dominio di primo livello che si investe denaro e vuole dare al vostro sito web un aspetto professionale. Un altro vantaggio di avere un proprio dominio con un proprio contenuto è che non può essere cancellato così facilmente. Con i siti web gratuiti può succedere che scompaia improvvisamente dalla rete. Ciò può accadere se si presume che si violino le condizioni di utilizzo del provider o se il provider non esiste più. Un altro grande svantaggio di un sottodominio è che tutti i contenuti del sito web appartengono al fornitore del sottodominio e non a voi stessi, come nel caso del vostro dominio.

Conclusione: il tuo dominio è migliore

Se vi trovate di fronte alla questione dell'utilizzo di un proprio nome a dominio o sottodominio, dovreste assolutamente scegliere il vostro nome a dominio in modo da avere una migliore presenza su Internet. Avere un proprio dominio non solo offre molti vantaggi, ma il sito web ha un aspetto molto più professionale e ottiene più visitatori attraverso i motori di ricerca. Con un dominio proprio si può decidere del proprio sito web e non si deve temere che scompaia improvvisamente.
Tutti i contenuti appartengono a voi e potete anche scegliere voi stessi la pubblicità. È possibile ottenere rapidamente il proprio dominio. Investire i pochi euro all'anno varrà comunque la pena.

Si prega di dividere il contributo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Ultimi messaggi

Video consigliati dal nostro canale Youtube