Protezione dei dati - Le applicazioni Speedchecker inviano dati WLAN e dati di localizzazione

Negli ultimi anni, il Qualità delle comunicazioni mobili in Germania è aumentato significativamente. Tuttavia, ci sono ancora frequenti flussi a scatti e siti web che si caricano a malapena in movimento. Le app Speedchecker che possono controllare le promesse di velocità dei provider sono quindi molto popolari. Secondo un test della rivista online mobilsicher, tuttavia, molte di queste app raccolgono dati sensibili. Dati dei loro utenti.

I redattori di Mobilsicher.de hanno analizzato un totale di 14 applicazioni di controllo della velocità per Android. La funzione di base è sempre la stessa per questi strumenti. Viene stabilita una connessione ad un server di misura, dal quale viene trasferita una certa quantità di dati. L'app calcola quindi la velocità di trasmissione a partire dal tempo richiesto.

Monitoraggio delle WLAN e delle ubicazioni

Tuttavia, una gran parte delle app registra anche dati che sono irrilevanti per la misurazione effettiva della velocità. Sei delle app memorizzano il BSSID (Basic Service Set Identifier) della WLAN. Questo è un indirizzo unico che viene calcolato dall'indirizzo Mac in molti router. I database BSSID-to-Geo permettono di determinare la posizione dell'utente senza dover concedere l'autorizzazione sullo smartphone.

I dati nei numerosi database BSSID-to-Geo provengono per lo più da applicazioni che possono interrogare i dati di localizzazione GPS e leggere il BSSID. Entrambi possono poi essere memorizzati in un Banca dati collegato. Quattro delle app testate da Mobilsicher.de trasmettono il BSSID a terzi.

Dati di localizzazione e International Mobile Subscriber Identity (IMSI) trasmessi

Le app Etrality dell'azienda trasmettono anche i dati di localizzazione alla rete pubblicitaria Mopub (Twitter) e la società pubblicitaria francese Smart, se gli utenti concedono il permesso. In totale, le tre app di Etrality hanno 16 milioni di download nel Play Store di Google.

La società V-SPEED.eu, la cui applicazione utilizza l'International Mobile Subscriber Identity (IMSI), va ancora oltre. Questo è il numero unico della carta SIM utilizzata. L'azienda ha detto a Mobilsicher.de che queste informazioni non vengono utilizzate per la pubblicità o per creare un profilo utente, ma solo per registrare le schede di copertura. Tuttavia, V-SPEED.eu non ha spiegato a cosa serve l'IMSI.

Si raccomanda la misura a banda larga e la Librespeed

Dal punto di vista della protezione dei dati, solo le app Librespeed e Breitbandmessung der Bundesnetzagentur (BNetzA) sono raccomandabili, che sono senza pubblicità e gratuite. Durante il test, Librespeed ha raccolto solo i dati tecnicamente necessari e non ha richiesto alcuna autorizzazione. L'applicazione open source è disponibile su F-Droid disponibile.

L'app di BNetzA richiede l'ubicazione per offrire una serie di funzioni aggiuntive, ma funziona senza concedere l'autorizzazione. Disponibile nel Google Play Store. Secondo le numerose recensioni degli utenti e il test di Mobilsicher.de, gli unici aspetti negativi sono alcuni crash dello strumento.  

Si prega di dividere il contributo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Ultimi messaggi

Video consigliati dal nostro canale Youtube