Come creare il proprio blog con WordPress

Con il pensiero semplice e veloce per creare il proprio blog con WordPress per pubblicare, molte persone giocano. Ma come funziona? Ecco allora la prima domanda. Il modo più semplice è con WordPress, soprattutto gratis. Tuttavia, attenzione, non tutto ciò che viene offerto, è poi anche veramente gratuito.

Il primo passo importante

Naturalmente lo sanno tutti, la registrazione deve essere fatta prima. Dopodiché si deve scegliere anche la lingua, selezionando il tasto Blog, deve essere scritto. Questo ostacolo dovrebbe essere il più facile, ma qui non si chiama qui per registrarsi, ma per iniziare. Quindi cliccate su questo pulsante, in modo che la registrazione sia poi sarà può. I primi passi sono facili, perché basta inserire il vostro indirizzo e-mail, il vostro nome utente e naturalmente una password.

Ma dopo di ciò, è necessaria la massima attenzione, perché ora il dominio è interrogato. Se volete avere prima il vostro blog gratis, dovete usare il finale "wordpress.com" qui. Un altro finale costa denaro e può quindi costare fino a 21 euro all'anno. Quindi dovrebbe essere chiaro in anticipo se qualcuno vuole prendere un po' di soldi in mano o meno. Se queste registrazioni sono state effettuate, basta cliccare sul pulsante Clicca su Invia. In seguito WordPress invierà un'e-mail con un link per attivare il blog al vostro indirizzo e-mail. Anche in questo caso, basta cliccare sul pulsante per attivare il blog. Dopo di che inizia davvero, ma in WordPress questo è anche relativamente facile e semplice.

sito web wordpressIl secondo passo, la creazione del blog

Dopo che la registrazione ha funzionato bene, il blog deve essere allestito. Dopo l'attivazione, sarete automaticamente inoltrati all'assistente di configurazione. In questa pagina dovrete quindi definire un titolo per il blog. Inoltre, è possibile creare anche sottotitoli o tagline. Importante è la domanda in quale lingua deve apparire il blog. Dopo di che si deve decidere in quale tema il blog dovrebbe apparire. Lo stesso vale anche in questo caso, non tutto è gratuito.

Quindi, in questo caso, assicuratevi che non vengano sostenuti costi. Ma in quale colore dovrebbe apparire il blog, che è in ogni caso gratuito. Altrettanto gratuito è un banner per il blog. Ora arriva già l'ultimo passo, per cui qui Press, si offre di mettere il proprio blog su Facebook o su Twitter dovrebbe apparire. Chi ha un conto lì, dovrebbe poi fare anche questo, perché così il pantano è anche meglio visitato. Questo può essere importante, perché non tutti vogliono gestire il suo blog in questo modo. Perché si può guadagnare con un blog proprio, ma anche un po' di denaro, che dipende però anche dal numero di visitatori. Quindi questo collegamento può essere molto importante e non deve essere semplicemente ignorato.

Finalmente scrivi il primo post

Coloro che hanno completato questi passi possono ora scrivere il loro primo post. Pertanto, tutti avrebbero dovuto pensare a ciò che doveva apparire prima. Allo stesso modo, i blog spesso sostengono che un dominio deve già esistere. Può essere successo una volta, ma deve essere stato molto tempo fa. Perché sul sito web della Stampa si comunica direttamente che anche loro hanno creato il dominio. Per questo nessuno deve cercare un altro fornitore, per cui anche questo è gratuito per alcuni fornitori. Con WordPress poi davvero nessuno deve ancora preoccuparsi, perché qui c'è quel pacchetto circa spensierato. Inoltre, i passi sono mantenuti semplici, in modo che tutti possano comprenderli.

Inoltre, il pacchetto gratuito include 3GB di spazio di archiviazione. Se questo non bastasse o il nome del dominio non dovesse essere wordpress.com, l'utente deve spendere circa 3 Euro al mese. Così non ci sarà più pubblicità di WordPress, come nel caso del pacchetto gratuito. Tutto questo avrebbe dovuto essere considerato prima. Solo dopo di ciò la registrazione può avvenire. Un ulteriore vantaggio, se poi tutti i primi passi sono stati fatti, il blog appare nel minor tempo possibile su Internet. Ci sono anche fornitori specializzati WordPress che, oltre all'hosting, installano anche aggiornamenti e ottimizzano la velocità, come il servizio di manutenzione del sito web di webhoster.com AG.

Motori di ricerca ottimizzati fin dall'inizio

Questo è anche uno dei vantaggi di WordPressperché il blog si trova già nei soliti motori di ricerca. Naturalmente, anche Google ne fa parte, perché questo motore di ricerca viene utilizzato più spesso. Così, in pochi passi dal vostro blog, questo è possibile con WordPress. Basta registrarsi, poi seguire le istruzioni successive e si può iniziare a scrivere. C'è ancora una piccola differenza, perché WordPress è disponibile come .org nel finale e come .com. La differenza è che con .org il software deve essere caricato sul computer. Con .com questo non è il caso. Altrimenti tutto rimane come descritto sopra. Se avete domande, potete contattare il supporto. Tuttavia, questo non è raggiungibile per telefono, ma solo tramite live chat o e-mail. Potete anche contattare Joomla a WordPress migrare.

Si prega di dividere il contributo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Ultimi messaggi

Video consigliati dal nostro canale Youtube